Sangue africano

di Stefano Cardone

Realizzato a Kumasi, centro commerciale del Ghana in Costa D’Avorio, il reportage racconta le fasi di lavorazione in un macello africano. Un modo di lavorare ancora lontano da quello industrializzato dell’ occidente, tutt'ora affidato alle nude mani dell’uomo, a contatto naturale con il sangue delle bestie, dove è vivo il confronto primitivo tra uomo e animale, vittima e carnefice. Tutto, dalla vendita della bestia alla sua soppressione, dalla pulizia alla rivendita ai commercianti, è narrato in modo eloquente, alla stessa maniera in cui si legge questo microsistema economico che impegna decine di persone, dove anche l’avvoltoio, in agguato, reclama la sua parte.

clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire