mostre
Presenze 

Umberto Telesco, nato a Napoli, inizia a fotografare a 16 anni come dilettante.
Ultimati gli studi, decide di trasferirsi a Londra per perfezionare la sua tecnica.
Innamorato della musica, collabora con testate di settore e underground: "International Times", "OZ", "Rolling Stones". Assume l'incarico di corrispondente per l'Italia e collabora con "Ciao 2001", "Muzak", "Re Nudo", "Sound Flash" e altre.
Personalità estremamente sensibile, è stato in grado di creare un'immagine internazionale alla buona musica italiana degli anni Settanta (NCCP, Concetta Barra, Saint Just, Pino Daniele, Mario Del Monaco). Negli anni Ottanta, insofferente verso il propagarsi della mercificazione musicale, decide di rifugiarsi in altre sperimentazioni. Con Antonino Iuorio e Carlo Cerciello fonda il gruppo teatrale "Fuori Campo", che rimarrà attivo per diversi anni. I lavori più rappresentativi sono Accelerazione e Galena Blanca. Successivamente, i lavori multimediali Il regno del vento e Casuali Apparizioni, fatti con Jenny Sorrenti, testimonieranno una ricerca spirituale tra fotografia e musica.
Recentemente, aveva deciso di approdare sul Web, fondando una nuova corrente artistica ("Celtica Napoletana"), con il desiderio di creare uno spazio virtuale nel quale i membri di una comunità potessero scambiare comunicazione e che diventasse un luogo di possibilità per crescere insieme.